IN PRIMO PIANO: CTE ZED 21.3 JH e JHV

E tu quale stabilizzazione preferisci? 

 

Stabilizzare con 4 aree predefinite oppure avere massima libertà di posizionamento?
È quanto permettono i due nuovi modelli di piattaforma autocarrata CTE ZED 21.3 JH e CTE ZED 21.3 JHV rispettivamente con stabilizzazione H Stab System oppure con S3 Smart Stability System.
Sono entrambe stabilizzazioni variabili, ma in che cosa differiscono?
H Stab System propone 4 aree di stabilizzazione predefinite: con stabilizzatori frontali aperti, oppure chiusi, oppure alternati, mentre gli stabilizzatori posteriori restano sempre fissi in sagoma.
S3 Smart Stability System consente invece, con stabilizzatori posteriori sempre fissi in sagoma, di posizionare gli stabilizzatori anteriori a propria discrezione: aperti, semi-aperti in qualsiasi posizione, chiusi. Questo sistema si adatta in tempo reale alle condizioni di utilizzo, di carico e geometria della piattaforma in maniera autonoma. Monitorando costantemente la posizione degli stabilizzatori e di ogni singola parte della macchina e tenendo conto del carico in navicella, S3 permette di raggiungere condizioni di sicurezza in ogni punto della superficie di sviluppo di lavoro, ottenendo sempre la massima prestazione. In sintesi, le aree di lavoro sono infinite e l’operatore non deve preoccuparsi di verificare la posizione del braccio o degli stabilizzatori poiché il sistema, automaticamente, garantisce massime performance di sicurezza, portata, altezza e sbraccio.
Con entrambe le stabilizzazioni, questo modello è ideale per numerose applicazioni, dalla manutenzione di stabili, alle potature, ai restauri, alla pulizia delle facciate, all’installazione di insegne pubblicitarie. Con la presenza del Jib si aprono poi le porte a tutte quelle applicazioni che richiedono di lavorare a scavalco, superando ostacoli, oppure sottotetto.

FOCUS PRODOTTI:
CTE ZED 21.3 JH raggiunge 20,6 m di altezza di lavoro, 9,6 m di sbraccio e 250 kg di portata. CTE ZED 21.3 JHV raggiunge invece 21 m di altezza di lavoro, 10 m di sbraccio e 300 kg di portata. Entrambe presentano un doppio pantografo, un braccio telescopico con uno sfilo e il jib. La rotazione torretta è di ± 320°, quella della navicella di 90° a destra e 90° a sinistra. I comandi sono elettroidraulici proporzionali da terra e da navicella con rampe di accelerazione e decelerazione per un controllo più fluido delle manovre. Gli stabilizzatori sono a piazzamento oleodinamico con sensori di contatto terreno.

 

Maggiori informazioni su CTE ZED 21.3 JHhttp://www.ctelift.com/prodotti/zed-21-3-jh/

Maggiori informazioni su CTE ZED 21.3 JHVhttp://www.ctelift.com/prodotti/zed-21-3-jhv-2/