Entrato in vigore il decreto 11 aprile 2011 sulle verifiche periodiche

Con il 24 maggio 2012 è entrato in vigore il decreto 11 aprile 2011 che disciplina le modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle piattaforme di lavoro mobili elevabili e di tutte le attrezzature di lavoro inserite nell’ elenco di cui all’All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81.

Come precisato all’art. 71, commi 11, 12 e 13, del D. Lgs. 81/2008, il datore di lavoro è obbligato a sottoporre le attrezzature di lavoro riportate nell’Allegato VII a verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini di sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo allegato che per i ponti mobili sviluppabili motorizzati (piattaforme di lavoro mobili elevabili) è annuale.

La richiesta della prima verifica deve essere inviata da parte del datore di lavoro all’INAIL (ente che ha assorbito le funzioni del’ISPESL) che deve effettuarla nel termine di 60 giorni dalla richiesta.

Le richieste per le verifiche periodiche successive devono essere inviata agli uffici ASL competenti, che vi devono provvedere nel termine di 30 giorni dalla richiesta da parte del datore di lavoro. Decorsi inutilmente i termini sopra citati il datore di lavoro può avvalersi dei soggetti pubblici e privati inseriti in apposito elenco. ( e che dovranno essere indicati nella richiesta di verifica).

Nella richieste di verifica inviate dopo il 24 maggio 2012 il datore di lavoro dovrà indicare il nominativo del soggetto abilitato gradito nel caso in cui il titolare della funzione non provveda direttamente ad oggi sono stati abilitati 37 soggetti.

L’elenco dei soggetti abilitati è reperibile nel sito del ministero del lavoro e delle politiche sociali all’indirizzo:

www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/BFF6B6D9-E023-4D2F-8B32-1A00A10685E9/0/20120521_DId.pdf